Al cinema “Go Home – A casa loro”

Un lavoro originale e coraggioso che, nell’attuale scenario cinematografico italiano, spicca per la singolarità dell’idea e per la strettissima connessione con la contemporaneità.

Si tratta del film “Go Home – A casa loro” che, grazie alla scelta di ricorrere all’horror, affronta la tematica dell’accoglienza in modo non retorico.

Il film, al cinema dal 15 aprile con la regia di Luna Gualano, è ambientato nella Roma dei nostri giorni, durante una manifestazione che si oppone all’apertura di un centro di accoglienza.

In questo frangente, però, i manifestanti vengono assaliti da un’apocalisse zombie e l’unico luogo sicuro in cui potersi rifugiare sembra essere proprio il tanto contestato centro.

Un ragazzo, di nome Enrico, mentirà sulla sua identità per mettersi in salvo in quel luogo che ha così tanto disprezzato e contro cui ha manifestato in piazza.

Annabella Calabrese, Antonio Bannó, Sidy Diop, Cyril Dorand Domche Nzeugang, Shiek Dauda e Mounis Firwana sono gli attori che hanno preso parte alla realizzazione di “Go Home – A casa loro”.

Alberto Pinto,Blogger dall’indole geniale e creativa. Attento, divertente, pungente, appassionato di musica, cinema e tutto ciò che è comunicazione. Penna originale e ironica, mai banale. Sempre pronto a buttar l’occhio al di là delle apparenze, dove gli altri non sempre guardano.

Commenti