Oscar 2019 – La categoria Miglior Documentario

Durante la magica serata del 24 febbraio, tra i film premiati dall’Academy ci sarà anche il Miglior Documentario.

Raccontando la realtà, questi film portano all’attenzione del pubblico tematiche tra le più disparate, da quelle che interessano l’intera società a quelle che riguardano il particolare.

Lo fanno con il fascino del cinema di finzione, ma con la forza della verità.

Ecco quali sono i cinque lavori che si contendono la statuetta, vinta lo scorso anno dal film Icarus di Bryan Fogel.

Free Solo

Regia: Jimmy Chin e Elizabeth Chai Vasarhelyi
Paese: Stati Uniti

Il film segue l’impresa di Alex Honnold nello scalare El Capitan. Un’affascinante avventura anche per l’equipe di riprese nel documentare la bellezza della scalata, un’intramontabile metafore della sfida con sé stessi e contro i propri ostacoli.

Hale County This Morning, This Evening

Regia: RaMell Ross
Paese: Stati Uniti

Senza una vera e propria trama, il film di RaMell Ross incontra diversi abitanti della contea di Hale, in Alabama. Le domande poste sono tra le più svariate, più o meno esistenziali.

Minding The Gap

Regia: Bing Liu
Paese: Stati Uniti

Il film racconta la vita e l’amicizia di tre ragazzi cresciuti a Rockford, nell’Illinois, accomunati dalla stessa passione. L’amore per lo skateboard.

Of Fathers and Sons

Regia: Talal Derki
Paese: Germania, Siria

Per due anni, il regista ha vissuto come infiltrato facendosi passare come sostenitore della jihad, per osservare come i padri educano i propri figli alla guerra.

RBG


Regia: Besty West, Julie Cohen
Paese: Stati Uniti

Il film racconta la figura di Ruth Bader Ginsburg, seconda donna della storia a diventare giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti, la prima persona di religione ebraica a ricoprire quel ruolo. Una donna sempre attenta a garantire i diritti delle donne.

Alberto Pinto,Blogger dall’indole geniale e creativa. Attento, divertente, pungente, appassionato di musica, cinema e tutto ciò che è comunicazione. Penna originale e ironica, mai banale. Sempre pronto a buttar l’occhio al di là delle apparenze, dove gli altri non sempre guardano.

Commenti