Oscar 2019 – La categoria Miglior Cortometraggio d’Animazione

Nella magica notte delle stelle, uno dei premi più affascinanti è riservato al Miglior Cortometraggio d’Animazione.

Film brevi, che però sprigionano fantasia, creatività e capacità di sognare.

Cinque stili diversi per i lavori che quest’anno si giocano l’Oscar, per seguire le orme del bellissimo Dear Basketball, diretto da Glen Keane e Kobe Bryant. Ecco quali sono.

Animal Behaviour

Regia: Alison Snowden, David Fine
Paese: Canada

Un’insolita sessione di terapia di gruppo con protagonisti animali dai tratti antropomorfi.

Bao



Regia: Domee Shi
Paese: Stati Uniti

Una madre che soffre per la sindrome del nido vuoti si ritrova a crescere un baozi come suo figlio, in una delicata allegoria.

Late Afternoon

Regia: Louise Bagnall
Paese: Irlanda

Durante il tea del pomeriggio, Emily, un’anziana signora affetta da demenza senile, viaggia attraverso i suoi ricordi.

One Small Step



Regia: Andrew Chesworth, Bobby Pontillas
Paese: Cina, America

Una ragazzina sognatrice di nome Luna sogna ad occhi aperti di diventare un’avventurosa astronauta.

Weekends

Regia: Trevor Jimenez
Paese: Stati Uniti

Negli anni ’80, un ragazzino si sposta continuamente tra le due case dei genitori, da poco divorziati.

Alberto Pinto,Blogger dall’indole geniale e creativa. Attento, divertente, pungente, appassionato di musica, cinema e tutto ciò che è comunicazione. Penna originale e ironica, mai banale. Sempre pronto a buttar l’occhio al di là delle apparenze, dove gli altri non sempre guardano.

Commenti