Oscar 2019 – La categoria Miglior Attore Non Protagonista

Anche i personaggi secondari nascondono personalità, storie e significati in grado di colpire e attirare la sensibilità del pubblico al pari dei protagonisti.

Una delle categorie più attese degli Oscar non può che essere dunque quella riservata al Miglior Attore Non Protagonista.

Cinque splendide interpretazioni, da parte di attori altrettanto straordinari, sono in gara per conquistare la statuetta, vinta lo scorso anno da Sam Rockwell per il suo ruolo in “Tre Manifesti a Ebbing, Missouri”.

Mahershala Ali
Green Book

Dopo l’Oscar come Miglior Attore Non Protagonista per “Moonlight”, Mahershala Ali conquista la cinquina per la seconda volta. Stavolta il ruolo in questione è quello di Don Shirley in “Green Book” di Peter Farrelly. Negli anni ’60, Don è un pianista di colore e omosessuale, solitario e molto rigoroso che sceglie consapevolmente di portare avanti il suo tour nel Sud degli Stati Uniti per sfidare pregiudizi e ridicole convenzioni.

Adam Driver
BlacKkKlansman



Prima nomination agli Oscar per Adam Driver, che nell’interessantissimo ed originale BlacKkKlansman di Spike Lee riveste il ruolo del detective Flip Zimmerman, collega del protagonista, che lo aiuta nella sua impresa spacciandosi per lui con i membri del Ku Klux Klan.

Sam Elliott
A Star Is Born

Sam Elliott interpreta Bobby Maine, fratello del protagonista. Tra i due, separati da diversi anni d’età, c’è un rapporto molto complesse ed intricato, anche a causa dell’ingombrante figura paterna. Dopo un’importante frattura, i due riusciranno in qualche modo a ritrovarsi. Per Sam Elliott si tratta della sua prima candidatura all’Oscar.

Richard E. Grant
Copia originale

Prima candidatura all’Oscar anche per Richard E. Grant, volto del film “Copia Originale” diretto da Marielle Heller. Nel film l’attore interpreta Jack Hock, ex detenuto e spacciatore di droga che diventa complice della protagonista, una scrittrice che per soldi decide di contraffare delle lettere.

Sam Rockwell
Vice – L’uomo nell’ombra

 In Vice – L’uomo nell’ombra, Sam Rockwell interpreta l’ex Presidente degli Stati Uniti D’America George W. Bush, in lotta con il fantasma di suo padre e deciso a chiamare come suo vice il protagonista Dick Cheney, al quale è disposto a cedere un potere fuori dal comune. Con la sua splendida interpretazione nel film di Adam McKay, Premio Oscar in carica come Miglior Attore Non Protagonista, riceve la sua seconda nomination in carriera.

Alberto Pinto,Blogger dall’indole geniale e creativa. Attento, divertente, pungente, appassionato di musica, cinema e tutto ciò che è comunicazione. Penna originale e ironica, mai banale. Sempre pronto a buttar l’occhio al di là delle apparenze, dove gli altri non sempre guardano.

Commenti