In arrivo il documentario “L’uomo che rubò Bansky”

Tra le proposte più affascinanti delle prossime settimane cinematografiche c’è senza dubbio il documentario “L’uomo che rubò Bansky”, realizzato dal regista Marco Proserpio con la voce narrante di Iggy Pop.

Il film ci porta nel 2007, quando il celebre e misterioso artista di strada Banksy, insieme alla sua squadra, si introdusse nei territori occupati per realizzare un’opera controversa su un muro di cinta che fece storcere il naso ai palestinesi.

L’opera raffigurante un soldato israeliano che chiede i documenti ad un asino, spinge la comunità a rimuovere quel pezzo di muro, con l’idea di rivenderlo al migliore offerente.

Due mondi che si incontrano, quello di un’arte occidentale e quello di una delle zone più calde e problematiche del mondo. Allo stesso tempo, il racconto della paternità della street art, con il tema di un mercato illegale che gli artisti non possono controllare.

“L’uomo che rubò Bansky” sarà nei cinema italiani a partire dal prossimo 11 dicembre.

Alberto Pinto,Blogger dall’indole geniale e creativa. Attento, divertente, pungente, appassionato di musica, cinema e tutto ciò che è comunicazione. Penna originale e ironica, mai banale. Sempre pronto a buttar l’occhio al di là delle apparenze, dove gli altri non sempre guardano.

Commenti