A febbraio “Se la strada potesse parlare”

Dopo lo straordinario successo di “Moonlight”, il regista Barry Jenkins sta per tornare sul grande schermo dei cinema italiani con un altro film di grandissimo effetto, che unisce personaggi forti a grandi tematiche sociali, come nello stile del regista.

Si tratta del drammatico “Se la strada potesse parlare”, adattamento cinematografico del romanzo di James Baldwin “If Beale Street Could Talk”.

La protagonista è una donna di Harlem di nome Tish, innamorata di un ragazzo di nome Fonny.

Quando Fonny viene accusato ingiustamente di un crimine e portato in carcere, sarà Tish a dover fare di tutto affinché il suo innamorato possa avere giustizia. La donna, incinta, vuole assolutamente dimostrare l’innocenza di Fonny prima della nascita del loro bambino.

“Se la strada potesse parlare” sarà nelle sale italiane a partire dal prossimo 14 febbraio 2019. Nel film, insieme ai protagonisti KiKi Layne e Stephan James, ci saranno anche Pedro Pascal, Ed Skrein, Dave Franco, Diego Luna e Regina King.

Alberto Pinto,Blogger dall’indole geniale e creativa. Attento, divertente, pungente, appassionato di musica, cinema e tutto ciò che è comunicazione. Penna originale e ironica, mai banale. Sempre pronto a buttar l’occhio al di là delle apparenze, dove gli altri non sempre guardano.

Commenti