Addio a Burt Reynolds

Scompare all’età di 83 anni, a causa di un arresto cardiaco, lo straordinario Burt Reynolds, attore, regista e sceneggiatore che ha accompagnato il pubblico con talento e carisma per oltre cinquant’anni, nell’arco di una carriera segnata da numerosi successi.

Tra i titoli particolarmente significativi che hanno segnato il suo percorso sul grande schermo si ricordano “Hawk l’indiano”, spaghetti western diretto da Sergio Corbucci, “Un tranquillo weeekend da paura”, il cult “Quella sporca ultima meta”, “I protagonisti”, “Boogie Nights”, per il quale ha ottenuto la candidatura all’Oscar come migliore attore non protagonista. Tra i registi con cui ha collaborato, Samuel Fuller, Mel Brooks, Robert Altman, Alexander Payne, Paul Thomas Anderson.

Burt Reynolds, tra poche settimane, avrebbe dovuto prendere parte alle riprese del nuovo film di Quentin Tarantino “Once Upon a Time in Hollywood”.

Se ne va un volto storico del cinema, e non solo, un attore di altissima caratura che ha lasciato un segno indelebile in tutti gli appassionati del grande schermo.

Alberto Pinto,Blogger dall’indole geniale e creativa. Attento, divertente, pungente, appassionato di musica, cinema e tutto ciò che è comunicazione. Penna originale e ironica, mai banale. Sempre pronto a buttar l’occhio al di là delle apparenze, dove gli altri non sempre guardano.

Commenti