Al cinema “La banalità del crimine”

Dal 10 maggio al cinema il thriller italiano “La banalità del crimine”, film diretto dal regista Igor Maltagliati e che tratta tematiche molto delicate, portando ad approfondire personaggi controversi, ma davvero interessanti.

Si tratta dei cosodetti spazzini, persone che svolgono ruoli all’interno delle organizzazioni criminali e che si occupano di freddare le vittime e ripulire la scena del crimine. Nel film, questi personaggi svolgono il loro compito con la normalità e la quotidianità con cui si affronterebbe qualsiasi altro lavoro.

Il loro destino cambia quando si ritrovano al centro di una diatriba tra boss. I protagonisti tenteranno di cambiare il loro futuro sfruttando un’importante occasione presentatasi sul loro cammino. Cercheranno di contattare il rivale dei loro capi, ma la loro interferenza avrà delle conseguenze.

“La banalità del crimine” propone al pubblico una storia avvincente e insolita per il cinema italiano. Tra i protagonisti del film troveremo Mauro Meconi, Alessandro Parrello, Marco Leonardi, Ettore Belmondo, Alessandro Prete, Andrea Bruschi e  Claudia Vismara.

 

Alberto Pinto,Blogger dall’indole geniale e creativa. Attento, divertente, pungente, appassionato di musica, cinema e tutto ciò che è comunicazione. Penna originale e ironica, mai banale. Sempre pronto a buttar l’occhio al di là delle apparenze, dove gli altri non sempre guardano.

Commenti