Oscar 2018 – La categoria Miglior Film d’Animazione

Un buffo neonato in fasce, una ragazza afghana in difficoltà economiche, un ragazzino appassionato di musica, un enorme toro dal cuore gentile e uno dei più famosi pittori della storia sono i cinque protagonisti degli altrettanti film che si contendono l’Oscar 2018 per il Miglior Film d’Animazione.

Personaggi molto diversi tra loro, ognuno con la sua affascinante storia. Cinque straordinari lavori che hanno colpito l’Academy e che hanno riscosso grande successo tra il pubblico. Il mondo dell’animazione parla sempre di più ad un pubblico variegato, tutt’altro che rivolto ad un solo pubblico di giovani.

Innovazione, tecniche di animazione all’avanguardia, ma anche contenuti di grande importanza e sensibilità caratterizzano la cinquina di quest’anno. Uno di questi lungometraggi animati seguirà le orme di “Zootropolis”, il film di Rich Moore e Byron Howard che ha vinto l’Oscar nel 2017.

BABY BOSS

Di: Tom McGrath, Ramsey Naito
Titolo originale: The Boss Baby
Regia: Tom McGrath
Paese: Stati Uniti
Cast: Alec Baldwin, Lisa Kudrow, Steve Buscemi, Jimmy Kimmel, Tobey Maguire
Sceneggiatura: Michael McCullers
Uscita Italiana: 20 aprile 2017
Nomination agli Oscar 2018: 1

Divertimento assicurato con lo spassoso “Baby Boss”. Quando il giovane Tim incontra il suo fratellino Theodore, si rende conto che non è un neonato come tutti gli altri. Theodore infatti è in grado di parlare e dimostra sin da subito un bel caratterino e un irresistibile sarcasmo. Un vero e proprio boss in pannolino deciso a portare a termine una missione segreta. Per “Baby Boss”, Tom McGrath e Ramsey Naito ottengono la loro prima nomination agli Oscar.

 

THE BREADWINNER

Di: Nora Twomey, Anthony Leo
Titolo originale: The Breadwinner
Regia: Nora Twomey
Paese: Irlanda, Canada, Lussemburgo
Sceneggiatura: Anita Doron, Deborah Ellis
Uscita Italiana: N.D.
Nomination agli Oscar 2018: 1

“The Breadwinner” è la toccante storia di una ragazzina di nome Parvana, che vive nell’Afghanistan controllato dal regime talebano. Quando suo padre Nurullah viene arrestato ingiustamente, Parvana dovrà mascherarsi da ragazzo per poter lavorare e aiutare sua madre e sua sorella. Il coraggio di una giovane donna, una storia di grandi sentimenti che conquista meritatamente il palco più prestigioso del mondo. Prima nomination agli Oscar anche per Nora Twomey e Anthony Leo

 

COCO

Di: Lee Unkrich, Darla K. Anderson
Titolo originale: Coco
Regia: Lee Unkrich, Adrian Molina
Paese: Stati Uniti
Cast: Gael Garcia Bernal, Ana Ofelia Murguía, Anthony Gonzalez, Benjamin Bratt, Alanna Ubach
Sceneggiatura: Adrian Molina, Matthew Aldrich
Uscita Italiana: 28 dicembre 2017
Nomination agli Oscar 2018: 2

La musica è senza alcun dubbio la passione di Miguel, un ragazzino messicano che adora suonare e cantare. La sua famiglia, però, a causa di una maledizione della bisnonna Imelda, non può avere nulla a che fare con la musica. Quando il ragazzino deciderà di trafugare la chitarra del suo idolo durante la festa per i defunti, si troverà catapultato in una dimensione misteriosa e fantastica. Per lui comincerà un’avventura inaspettata verso il raggiungimento dei propri sogni. Per Lee Unkrich si tratta della terza candidatura da parte dell’Academy Award, dopo la vittoria del 2011 con “Toy Story 3”. Seconda candidatura per Darla K. Anderson.

 

FERDINAND

Di: Carlos Saldanha, Lori Forte
Titolo originale: Ferdinand
Regia: Carlos Saldanha
Paese: Stati Uniti
Cast: John Cena, Kate McKinnon, Gina Rodriguez, Anthony Anderson, Daveed Diggs, Gabriel Iglesias, Bobby Cannavale, David Tennant
Sceneggiatura: Robert L. Baird, Tim Federle, Brad Copeland
Uscita Italiana: 21 dicembre 2017
Nomination agli Oscar 2018: 1

La forza animalista di “Ferdinand” porta nella cinquina di questa categoria un messaggio di grande amore per gli animali. Ferdinand è il grande toro gentile che non ha alcun interesse a combattere nella corrida. A causa di un equivoco, viene però allontanato con la forza dai suoi affetti e dai suoi prati in fiore. Starà a lui escogitare un piano geniale per salvare tutti i tori dalle arene e dal macello. Seconda nomination per Carlos Saldanha, prima per Lori Forte.

 

LOVING VINCENT

Di: Dorota Kobiela, Hugh Welchman, Ivan Mactaggart
Titolo originale: Loving Vincent
Regia: Dorota Kobiela, Hugh Welchman
Paese: Gran Bretagna, Polonia
Sceneggiatura: Hugh Welchman, Jacek von Dehnel
Uscita Italiana: 16 ottobre 2017
Nomination agli Oscar 2018: 1

Il film ripercorre in modo suggestivo e affascinante la vita di Vincent van Gogh. Il giovane Armand Roulin riceve l’incarico di recapitare una lettera a Theo, fratello di Vincent, poco tempo dopo il suicidio dell’artista. Pur non riuscendo a rintracciare Theo, Armand si immerge alla scoperta dell’artista, attraverso i luoghi che lo hanno visto protagonista e i racconti delle persone che lo hanno incontrato. Ad emergere è la vita complicata di van Gogh, la sua sensibilità e naturalmente il suo irripetibile e ineguagliabile talento. Prima nomination agli Oscar per Dorota Kobiela e Ivan Mactaggart. Per Hugh Welchman si tratta della seconda candidatura, che arriva dopo la vittoria nel 2008 per “Pierino & il lupo”, eletto Miglior Cortometraggio d’Animazione.

Leggi anche:
Oscar 2018 – Tutti i candidati
Oscar 2018 – La categoria Miglior Film
Oscar 2018 – La categoria Miglior Film Straniero
Oscar 2018 – La categoria Miglior Scenografia
Oscar 2018 – La categoria Migliori Costumi
Oscar 2018 – La categoria Miglior Trucco e Acconciatura 
Oscar 2018 – La categoria Miglior Documentario
Oscar 2018 – La categoria Miglior Cortometraggio Documentario
Oscar 2018 – La categoria Miglio Fotografia
Oscar 2018 – La categoria Migliori Effetti Speciali
Oscar 2018 – La  categoria Miglior Montaggio
Oscar 2018 – La categoria Migliore Canzone
Oscar 2018 – La categoria Miglior Montaggio Sonoro 
Oscar 2018 – La categoria Miglior Sonoro 
Oscar 2018 – La categoria Migliore Colonna Sonora 
Oscar 2018 – Miglior Cortometraggio 

Oscar 2018 – La categoria Miglior Cortometraggio d’Animazione

Alberto Pinto,Blogger dall’indole geniale e creativa. Attento, divertente, pungente, appassionato di musica, cinema e tutto ciò che è comunicazione. Penna originale e ironica, mai banale. Sempre pronto a buttar l’occhio al di là delle apparenze, dove gli altri non sempre guardano.

Commenti