Gran finale per CinemAmbiente 2016 con “Les Saisons”

Sarà il bellissimo documentario “Les Saisons” a chiudere la diciannovesima edizione del Festival CinemAmbiente di Torino. Il film, diretto da Jacques Perrin e Jacques Cluzaud, sarà proiettato domenica 5 giugno alle ore 20:30 nella sala 1 del Cinema Massimo, subito dopo la cerimonia di premiazione del Festival.

Una storia dai toni epici e dalle immagini maestose, cominciata molte migliaia di anni fa nel nostro Continente.

Dopo l’ultima glaciazione, l’aspetto del nostro pianeta ha cominciato a mutare in modo profondo e progressivo, grazie all’inizio del ciclo delle stagioni. In Europa montagne e foreste hanno fatto la loro comparsa, con paesaggi ed ecosistemi popolati da una varietà straordinaria di specie.

Les Saisons” ripercorre le tappe di questo cammino, lungo i territori che uomini e animali hanno condiviso per moltissimo tempo. Sono proprio gli animali i protagonisti indiscussi delle riprese immersive di Jacques Perrin, uno dei più grandi registi del cinema ambientale.

Nell’arco della sua carriera, Perrin ha infatti raccontato attraverso il grande schermo storie di grande fascino ambientate nel mondo degli animali, seguendone la vita all’interno del proprio habitat. Basti pensare a successi come “Il popolo migratore”, sui viaggi di rondini, cicogne e altri uccelli, o a “La vita negli oceani”, alla scoperta di mante e balene.

Il documentario coinvolge il pubblico in un’esperienza visiva di forte impatto, un tuffo nella natura selvaggia vista con gli occhi degli animali, per coglierne la bellezza, ma anche le sue difficoltà.

Nella lunga convivenza tra animali e uomini, qualcosa ha sbilanciato gli equilibri. Il progresso sociale e culturale dell’uomo ha fatto in modo che interi ecosistemi ne accusassero l’impatto. Dalla caccia alla deforestazione, passando per lo spettro dei cambiamenti climatici, l’azione dell’uomo ha sortito conseguenze di seria portata.

In questo senso, il film di Jacques Perrin, dimostra la sua grande forza nel rendere il pubblico partecipe, nel far riflettere sul ruolo dell’uomo all’interno della naturale evoluzione del pianeta, sugli effetti dannosi della propria interferenza.

Circa quattro anni di riprese per un film che sprigiona tutta la sensibilità artistica e lo stile di Perrin, vero maestro della cinepresa, a cui CinemAmbiente ha scelto di assegnare il prestigioso premio Movies Save The Planet.

Il Festival si concluderà così nel segno della biodiversità, con un meraviglioso Evento Speciale. Un viaggio nel tempo e nella natura per ammirare le sue creature e riconsiderare le responsabilità degli uomini riguardo al destino del pianeta.

 

Alberto Pinto,Blogger dall’indole geniale e creativa. Attento, divertente, pungente, appassionato di musica, cinema e tutto ciò che è comunicazione. Penna originale e ironica, mai banale. Sempre pronto a buttar l’occhio al di là delle apparenze, dove gli altri non sempre guardano.

Commenti