2013: un anno di cinema

Un altro anno sta per concludersi. È stato un anno di sfide e di emozioni che il cinema, con le sue immagini, ha saputo raccontare rinnovandosi ed innovandosi. Ad offrire scenari suggestivi si conferma naturalmente il grande cinema americano, la cui supremazia, però, si trova a fare i conti anche con altre realtà, siano esse l’emergente cinematografia francese, la cinematografia d’animazione o quella d’autore.

 

È un cinema coraggioso, che sperimenta idee nuove ed interessanti e che, a suo modo, racconta la realtà che ci sta intorno, usando anche forme non immediate e banali. È bello, in questo contesto, apprezzare anche il ruolo del cinema italiano, sempre più incline a staccarsi da una certa superficialità e a raccontare storie intense in stili ricercati, ma non per questo esageratamente sofisticati.

 

Ripercorriamo dunque, mese per mese, quali sono stati i film più significativi che in questo 2013 hanno saputo emozionarci e stupirci e che hanno fatto crescere la nostra passione per quella meravigliosa arte che è il cinema.

 

È un gennaio ricco quello con cui il 2013 fa il suo ingresso sul grande schermo. Giuseppe Tornatore, a quattro anni da “Baaria”, torna al cinema con “La migliore offerta”. In America spopolano le pellicole di grande impatto come “The Impossible”, film sul disastro provocato dallo tsunami del 2004 nell’Oceano Indiano, e come “Cloud Atlas”. Steven Spielberg e Daniel Day Lewis incantano con “Lincoln” e il musical “Les Miserables” ottiene un ottimo successo. A dominare la scena è però Quentin Tarantino con il suo “Django Unchained”, un western dai sapori splatter che vanta un cast strabiliante che annovera Jamie Foxx, Christoph Waltz, Leonardo Di Caprio e Samuel L. Jackson. La storia dello schiavo Jango, ambientata nel Texas di metà ‘800 è un successo mondiale grazie al tocco inconfondibile e sapiente di Tarantino.

DJANGO1

Febbraio regala il successo popolare de “Il Pincipe Abusivo”, che segna l’esordio alla regia del comico Alessandro Siani e il successo, più raffinato, del premio Oscar Gabriele Salvatores che adatta al cinema il romanzo di Nicolai Lilin “Educazione Siberiana”. A lasciare il segno è però il fascino conturbante di Jessica Chastain in “Zero Dark Thirty”, film di Kathryn Bigelow sulla cattura di Osama Bin Laden. Il film fa discutere non poco, ma si fa apprezzare per lo stile dinamico e per la bravura e l’incisività della protagonista.

ZERO2

“Il Lato positivo” e “Gli amanti passeggeri” colpiscono le sale nel marzo cinematografico del 2013. Il primo è la storia d’amore tra due giovani dalla vita sofferta, interpretati magistralmente da Bradley Cooper e da Jennifer Lawrence, giovane rivelazione del grande schermo e vincitrice del premio Oscar. Il secondo è un surreale squarcio che inquadra un gruppo di passeggeri bloccati a girare in tondo in attesa di un atterraggio di emergenza, il tutto firmato dalle sapienti mani di Pedro Almodovar. A far sognare tutti è però “Il grande e potente Oz”, pellicola diretta da Sam Raimi, una rivisitazione in chiave moderna della figura del Mago di Oz, ideale prequel della famosa pellicola del 1939. A spiccare il cast di attori composto da James Franco, Michelle Williams, Mila Kunis e Rachel Weisz.

OZ3

 

Aprile è il mese di “Chavez”, documentario di Oliver Stone e del thriller “Attacco al potere”, di Antoine Fuqua e con Gerald Butler. A tenere con il fiato sospeso sono però le avventure di “Iron Man 3”, film con cui la Marvel stupisce gli appassionati di fumetti rivoluzionando il modo di raccontare questi ultimi sul grande schermo. Un eccezionale Robert nelle vesti ambivalenti di Tony Stark e dell’amato supereroe.

iron_man_3_new-wide (1)

 

È Leonardo Di Caprio il re del maggio cinematografico con il sensazionale “Il Grande Gatsby” . In Italia arriva anche il sesto capitolo di “The Fast and Furious”, la saga cult che ha dato popolarità a Paul Walker, giovane attore tragicamente scomparso di recente. Maggio è anche il mese del grandissimo orgoglio italiano de “La Grande Bellezza”, il film di Paolo Sorrentino ancora in corsa per aggiudicarsi l’Oscar al miglior film straniero. L’ottimo Toni Servillo ci porta in una Dolce Vita in chiave moderna dove incontriamo personaggi e situazioni bizzarri che fanno da sfondo alla vita del giornalista e critico Jep Gambardella. Nel film anche Carlo Verdone e Sabrina Ferilli.

GRANDEBE

La fantascienza fa da padrona per tutto il mese di giugno. Sono ben tre le pellicole intergalattiche negli ultimi giorni di primavera. Si tratta di “After Earth” di Will Smith, “Into Darkness – Star Trek” di J.J. Abrams” e di “World War Z” di Marc Foster, dove Brad Pitt deve vedersela con una feroce infezione che trasforma gli uomini in zombie scatenando una violenta guerra in tutto il mondo.

WWZ3

È ancora una volta il fumetto a lasciare il segno con “Wolverine – L’immortale” . Le gesta di Hugh Jackman tengono in piedi la programmazione non esaltante della piena estate del 2013.

 

wolverine-l-immortale

Agosto è invece, oltre al distopico “Elysium”, è il mese della grande produzione d’animazione. La DreamWorks lancia Turbo, la simpatica lumachina ad alta velocità, ma a imporsi sono senza dubbio le divertenti avventure di “Monsters University”, prequel del fortunato “Monsters & Co.”, che ci porta al primo incontro tra Mike e Sulley, i due mostriciattoli protagonisti, ai tempi dell’università per mostri.

108-monsters-university-3d-movie-wallpapera

“Comic Movie”, una tipica commedia americana ricca di star apre il settembre delle sale cinematografiche, caratterizzato anche da “Come ti spaccio la famiglia” e dall’attesissimo “Bling Ring” di Sofia Coppola. In Italia escono “L’intrepido” con Antonio Albanese e “Sacro GRA”. Il documentario di Gianfranco Rosi trionfa a Venezia aggiudicandosi il Leone d’Oro grazie al suggestivo racconto delle storie che si intrecciano quotidianamente attorno al Grande Raccordo Anulare romano.

sacro-gra

Sandra Bullock passa dal divertente film d’azione tutto al femminile “Corpi da reato”, accanto a Melissa McCarthy, al mozzafiato “Gravity” che la vede protagonista con George Clooney. Naomi Watts veste i panni di Lady Diana Spencer in “Diana – La Storia Segreta di Lady D. ” e per i più piccoli arriva “Cattivissimo me 2”. Il cinema italiano risponde con “Una piccola impresa meridionale” di Rocco Papaleo e con “Anni Felici” di Daniele Luchetti, che consacra una straordinaria Micaela Ramazzotti. Pellicola emblema di questo ottobre è “La vita di Adele”, film francese di ispirazione fumettistica che racconta il puro amore adolescenziale tra due ragazze.

vitaadele

Novembre è il mese del trionfo di incassi di Checco Zalone e del suo “Sole a catinelle”. Tutto il cinema italiano vive un momento felice grazie anche a “L’ultima ruota del carro” di Giovanni Veronesi e a “Fuga di Cervelli” di Paolo Ruffini, un film sperimentale che ha dalla sua parte la potenza comunicativa delle nuove leve del web. Da segnalare “Jobs”, il biopic sul genio che con la sua Apple ha cambiato le sorti della società mediatica, e il film d’animazione “Planes” nato da una costola di “Cars”. Novembre segna soprattutto il successo di “Hunger Games – La Ragazza di Fuoco”, secondo capitolo della trilogia che ha appassionato tutto il mondo e divenuta una vera e propria mania.

catching fire promo

Esce negli ultimi giorni di novembre, ma si impone in Italia per tutto il mese di dicembre e ben oltre le aspettative, il bellissimo “La mafia uccide solo d’estate” di Pierfancesco Diliberto, in arte Pif. Dicembre è il mese di “Blue Jasmine” di Woody Allen, di “Lo Hobbit – La Desolazione di Smaug” e dei cinepanettoni 2.0, come “Colpi di Fortuna” e “Indovina chi viene a Natale” di Brizzi.

 

29326

È però la semplicità e il registro ironico di Pif ad ergersi a simbolo del cinema italiano del futuro, un cinema che parla a tutti, che dà speranza e che con semplicità e saggezza, mescolando i generi e i linguaggi, riesce ad affrontare tematiche di estrema serietà in maniera diretta ed efficace.

 

Alberto Pinto,Blogger dall’indole geniale e creativa. Attento, divertente, pungente, appassionato di musica, cinema e tutto ciò che è comunicazione. Penna originale e ironica, mai banale. Sempre pronto a buttar l’occhio al di là delle apparenze, dove gli altri non sempre guardano.

Commenti